Geografia dell'anarchismo

Gino Cerrito

Geografia dell'anarchismo51 MB

Per me è chiaro, che non di anarchismo vago e di tipo radicale-liberale si deve parlare, ma di anarchismo socialista, in quanto il Movimento anarchico è il frutto di una costante tendenza libertaria dello spirito umano che, alla metà dell'Ottocento, stimolato dal grande flusso storico che agitava quel secolo, investe di un significato particolare la questione sociale: spiegandola alla luce della costante anti-autoritaria che lo caratterizza, senza perciò perdere di vista l'essenza stessa dell'uomo, in quanto essere che pensa, e ponendo perciò il problema dei mezzi atti a risolverla.

Gino Cerrito, Premessa