Viaggio in Italia

Mihail Aleksandrovič Bakunin

Viaggio in Italia7.44 MB

Non c’è alcun dubbio che Bakunin, uno dei padri fondatori dell’anarchismo, fosse non solo un grande pensatore e un indomito rivoluzionario, ma era anche un acuto osservatore dei mali italiani, di un paese sì unificato ma già afflitto da quei problemi (e vizi) con cui ancora oggi facciamo i conti: un meccanismo di prelievo fiscale non solo vessatorio ma oltretutto inefficace, una disinvolta gestione personale del potere da parte di chi era preposto all’amministrazione della cosa pubblica, una 'questione morale' che già investiva la classe politica e i ceti dirigenti, una scarsa attenzione alle aree arretrate del paese coniugata alla scelta di risolvere come problema di ordine pubblico la nascente 'questione meridionale', uno strapotere della burocrazia e delle varie consorterie, una presenza invasiva della Chiesa e altro ancora.

Lorenzo Pezzica, Introduzione