Parole chiare

Autori Vari

Parole chiare15.76 MB

Sottotitolo: la "buona guerra" degli anarchici italiani immigrati negli Stati Uniti (1914-1920).

Se gli anarchici non fanno la storia, la faranno i loro nemici. Questa osservazione formulata da un noto studioso italiano verso la metà del secolo scorso precede e accompagna tutto il dibattito sviluppatosi attorno alla cosiddetta storia dal basso. In sé il fatto concreto, materiale, ha vita breve. Ciò che ne resta è l’interpretazione, la quale non può che essere di parte, corrispondente a precisi criteri ed interessi. Perché fare la storia non significa soltanto prendere parte a grandi imprese che cambiano il corso degli eventi; significa anche, e talvolta soprattutto, partecipare alla loro ricostruzione al fine di tramandarle.